Come far suonare bene una presentazione in inglese

diadmin

2020-03-10-Presentation-skills

Ormai conosciamo tutti i peccati capitali delle presentazioni: diapositive con troppo testo, o un presentatore la cui idea di presentazione è semplicemente leggere ad alta voce il testo sulle diapositive, o un presentatore che si guarda le scarpe… La lista continua. Ma, supponendo che siate abbastanza esperti da non commettere questi errori, cosa c’è dopo?

Header

Come si arriva al livello successivo, in cui si è soliti fare presentazioni coinvolgenti e memorabili in inglese? Il contenuto, ovviamente, gioca un ruolo chiave nel fare una grande presentazione, e come ho delineato in un post precedente, hai bisogno di un obiettivo affinché il pubblico ti segua. Tuttavia, sono disposto a sostenere che il contenuto da solo non è sufficiente per fare una grande presentazione. Per me, l’unico componente che eleva una buona presentazione ad una che è memorabile è come suona. E, per me, deve suonare bene.

Se l’inglese è la tua seconda o terza lingua, puoi comunque suonare bene

Perché? Perché ciò che ricordiamo di più dopo una presentazione è come ci ha fatto sentire: ispirati, informati, confusi, impegnati, soddisfatti o delusi. Queste sono tutte reazioni legittime ad una presentazione. Diciamo che il vostro capo sta presentando la nuova strategia nella vostra organizzazione. Non ricorderete mai tutti i dettagli: la matrice, chi è in quale casella, i ruoli e le responsabilità. Non importa quanto buone siano le diapositive, è solo un sovraccarico di informazioni. Ma non è questo lo scopo della presentazione, vero?

Lo scopo è di informare o persuadere. Il tuo capo ha bisogno che tu compri la nuova strategia – ricorda, le decisioni strategiche sono state prese, quindi non puoi influenzarle ora. Ma possono essere implementate solo con la partecipazione di tutti.

Se il pubblico esce dalla presentazione pensando “Mi sento molto positivo su questo”, allora il vostro capo ha raggiunto il suo obiettivo. Non ha bisogno che il pubblico ricordi le scatole, ma solo che senta che le scatole permetteranno a tutti di avere successo nel loro lavoro. Siete stati trascinati dalla presentatrice – l’entusiasmo e la fiducia che ha espresso, la chiarezza con cui si è mossa verso il suo obiettivo, e come vi ha fatto sentire ascoltandola.

Morgan Freeman potrebbe far sembrare la lista degli ingredienti di una scatola di cereali il discorso di Gettysburg

Come si fa a far suonare bene una presentazione? Stress, intonazione e ritmo. Tutto qui – solo questi tre elementi. Noterete che non ho scritto “paroloni, grammatica perfetta e una battuta micidiale”. Anche la pronuncia perfetta non è essenziale; quindi se l’inglese è la vostra seconda o terza lingua, potete facilmente suonare bene.

Ora, alcuni di noi sono benedetti da voci migliori di altri. Immagino che Morgan Freeman possa far sembrare la lista degli ingredienti su una scatola di cereali come il discorso di Gettysburg, con quella meravigliosa gravitas nella sua voce. Io? Troppo acuta e un po’ nasale. Ma le tecniche giuste e un po’ di pratica possono aiutare.

Headline2

Questo è facile. Quando presentate in inglese, selezionate le parole chiave nella vostra presentazione, e sottolineatele – parlate un po’ più forte, più deciso, e più lentamente. Questo aiuterà il vostro pubblico a seguire i vostri punti importanti. Se tutte le parole di una frase hanno la stessa enfasi, il pubblico deve lavorare molto più duramente per decifrare il contenuto al fine di dare un giudizio su ciò che è o non è importante. E per rimanere semplicemente sveglio.

Quindi, quando sottolineiamo in inglese, sottolineiamo le parole chiave. Un po’ di pressione in più, come “La nuova strategia ci permetterà di prevedere le esigenze dei clienti, piuttosto che limitarci a reagire ad esse”. La parte difficile è prendersi il tempo per prepararsi: cosa direte, come sono strutturati i vostri punti, e quali sono le parole chiave in ogni punto?

Un vantaggio di questa tecnica è che si possono rinforzare i punti per il pubblico semplicemente usando il suono della propria voce: in seguito lo stesso presentatore potrebbe dire: “Prevedere i bisogni dei nostri clienti richiederà a ciascuno di noi di mantenere informazioni accurate e aggiornate che siano…” La sottolineatura rende il punto sulla previsione più memorabile e lo collega anche a quello precedente.

Headline3

L’ascesa e la caduta della voce in inglese, niente di più. Quando siamo eccitati, la nostra voce tende a salire di tono. Quando siamo annoiati, la nostra voce tende a scendere di tono.

Un modo semplice per dimostrare l’intonazione in inglese è quello di stare al gioco e leggere le seguenti frasi ad alta voce: “Ok, benvenuti a tutti. Cominciamo, va bene? Abbiamo alcune facce nuove nella stanza oggi, Annette, Vivian, Christopher, Pablo…” Questa è una frase incompleta, e quando arrivi alla fine la tua voce può alzarsi o abbassarsi.

Ora, dillo ad alta voce, ma fai salire la voce sulle ultime quattro parole. Sembra che ci siano più persone nuove e che l’oratore stia invitando il pubblico a interagire con loro.

Ora, dillo di nuovo, ma lascia che la tua voce cada, o si allontani, sulle ultime quattro parole. Non sembra che non abbiate più nulla da dire sulle nuove persone e che non ve ne potrebbe importare di meno, in pratica? Non è l’impressione che nessuno di noi vuole dare (o essere dato!).

Una realizzazione importante da questo esempio è che l’intonazione in inglese porta informazioni. Per esempio, mantenere il tono di voce alto alla fine della frase indica che non avete ancora finito di esprimere il vostro punto. Perderete leggermente la concentrazione del pubblico quando penseranno che avete finito di fare un punto; è solo una reazione naturale: hanno bisogno di deviare alcune risorse per elaborare il vostro punto.

La regola generale per l’intonazione in inglese è:

Tono calante: ↓

La maggior parte delle frasi inglesi (affermazioni neutre)

  • Ci sono quattro argomenti principali da trattare oggi (↓).

Domande Wh- (chi, cosa, quando, dove, perché e come)

  • Cosa possono aspettarsi i clienti dal nuovo servizio (↓)?

Grande! Meraviglioso! (Se si alza con per esempio “won-der-FUL”, si suonerà poco sinceri o sarcastici.

Tono crescente: ↑

  • Qualcuno ha delle domande (↑)?
  • Grazie per averlo chiesto. Ci sono molte ragioni per il cambiamento come il costo, la qualità, la disponibilità (↑)…

Le suggerisco di esercitarsi a dire questi esempi ad alta voce con un’intonazione ascendente e discendente per avere un’idea delle informazioni che l’intonazione realmente porta con sé.

Headline4

Infine, guardiamo a quanto velocemente si dovrebbe parlare quando si presenta in inglese. È una lamentela comune sentire che il presentatore ha parlato troppo velocemente o troppo lentamente. Parlate troppo velocemente e probabilmente ingoierete le estremità delle vostre parole e frasi, rendendo inutilmente difficile per il pubblico seguire ciò che state dicendo.

Parlate troppo lentamente e il vostro pubblico potrebbe iniziare ad addormentarsi. Se voi non siete interessati a quello che state dicendo, perché dovrebbero esserlo loro?

Mantenetevi sulle 140-180 parole al minuto. L’unico modo per sapere quanto velocemente parli è registrarti quando fai le prove. E, sì, dovresti provare almeno una volta per ogni presentazione – anche quelle ai colleghi di lavoro. I grandi presentatori lavorano solo più duramente per rendere grandi le loro presentazioni, tutto qui.

Cattura l’attenzione dell’ascoltatore

Un altro trucco che viene con il ritmo è la pausa. Pensate a dove mettere una pausa nella vostra presentazione per far passare il vostro punto principale. Naturalmente, avrete bisogno di sapere in anticipo quale sarà il vostro punto principale per poter fare una pausa prima di esso. Vedete, è tutta una questione di preparazione!

Le persone che presentano o parlano in pubblico frequentemente, come i politici, spesso usano le pause per far arrivare il loro punto in modo chiaro ed efficace. Quando fate una pausa appena prima di fare un punto importante, la pausa nel ritmo del vostro discorso catturerà l’attenzione dell’ascoltatore. Basta non abusarne, o passerete per vacillanti e impreparati.

Divertitevi a sperimentare come usate la vostra voce quando vi preparate per la vostra prossima presentazione.